MENU
Scoliosis Research Society
SRS: Scoliosis Research Society

Scoliosis Research Society

Dedicato alla cura ottimale dei pazienti con deformità vertebrale

Cifosi

Squilibrio Sagittale rigido

Trattamento chirurgico

Il processo che porta alla decisione chirurgica dipende da una serie di fattori: il tipo di squilibrio sagittale, una storia di interventi chirurgici precedenti, il grado e la posizione della compressione neurale, l'età e la salute del paziente, tra le altre cose. Strumentazione e tecniche di osteotomia permettono il ribilanciamento della colonna vertebrale. Segue una descrizione dei tipi di osteotomie spinali disponibili:

1. Osteotomia posteriore (chiamata anche "Smith-Peterson" o osteotomia di "Ponte"):
Questa procedura comporta la rimozione delle faccette articolari e dei legamenti interspinosi per spostare la parte arcale delle vertebre posteriormente , a condizione che ci sia un disco mobile. Le faccette tipicamente limitano l’estensione della colonna vertebrale, quindi la loro rimozione permette al chirurgo di accentuare la lordosi. Eseguita a più livelli, è possibile acquisire 5-15° di lordosi per ogni segmento trattato.

Posterior Osteotomy
Osteotomia posteriore:
A) Visione laterale della colonna vertebrale che mostra la rimozione delle faccette articolari e dell’arco posteriore;
B) Visione laterale dopo la chiusura dell'osteotomia.
C) Radiografia laterale di una donna con grave, rigida, cifosi di Scheuermann.
D) Radiografia laterale dopo l'intervento chirurgico. Le osteotomie posteriori multilivello hanno permesso al chirurgo di ridurre la cifosi a valori normali.

2. Osteotomia di sottrazione peduncolare (PSO):
I chirurghi utilizzano questa procedura per sistemare segmenti cifotici. Noi lo chiamiamo una " osteotomia con chiusura a cuneo" a causa di un triangolo di osso a vertice anteriore che viene rimosso in modo tale che le vertebre possano venire a contatto posteriormente. tale ,anovra è particolarmente potente, soprattutto nella colonna lombare dove le vertebre sono più grandi e piccole correzioni possono portare a grandi miglioramenti della postura. Può essere paragonato all’inserimento di un cuneo tra mattoni - creando così un tratto piegato all'indietro della colonna vertebrale. L'intervento richiede il supporto di strumentazione sopra e sotto l'osteotomia.

Pedicle subtraction osteotomy
Osteotomia di sottrazione peduncolare (PSO)
A) Visione laterale che mostra l'area di resezione ossea in rosa.
B) La vertebra è in lordosi dopo che l'osteotomia si è chiusa. Si noti come la parte anteriore della vertebra è due volte l'altezza della parte posteriore provocando.
C) Radiografia preoperatoria di un paziente con squilibrio sagittale fisso a causa di cedimenti ossei e infezioni.
D) Radiografia laterale che mostra la lordosi restaurata dopo l'osteotomia.

3. Resezione completa della Colonna vertebrale (VCR):
Questa è la procedura più efficace di tutte le osteotomie vertebrali. È necessario eseguirla quando c'è un grave cifosi in una parte. Essa consiste essenzialmente nella dislocazione della colonna vertebrale in modo controllato e il riallineamento nella posizione corretta.

Vertebral column resection
Vertebral column resection:
A) A side view of the spine showing the additional bone removed beyond a pedicle subtraction osteotomy (added area in blue).
B) A strut graft or cage is placed between the cut vertebra.
C & D) The front and side view of a woman with severe, rigid kyphoscoliosis.
E & F) Postoperative front and side xrays after the realignment procedure.

4. osteotomia anteriore-posteriore:
A volte c'è una mancata fusion il cui movimento pretermobile può essere utilizzato per ripristinare l'allineamento sagittale. Ciò può richiedere un intervento chirurgico anteriore e posteriore in modo da poter di sfruttare il segment mobile creatosi.